Italian

SGUARDI OLTRE IL MURO ‘Photo-grafando’ nei luoghi dell’ebraismo

Caffè Letterario -  Cantinon di Villa Varda.
Orario di apertura: sabato 14.00 - 18.00 domenica 9.00 – 12.00.
inaugurazione della mostra: domenica 13 novembre, ore 11

Introduzione di Riccardo Calimani, storico del Ghetto

 

 

 

L’obbiettivo scruta le calli, coglie i gesti, gli sguardi. Fa parlare le cose, i muri, le pietre. Racconta la vita che scorre dentro le mura del Ghetto e che è trascorsa lungo i secoli. Vita chiusa, ma non soffocata: nel Ghetto il popolo ebraico soffre la limitazione della libertà ma reagisce rafforzando la propria identità. L’inquietudine per la precarietà genera non solo ansia, ma anche lo sforzo di fondare su altro che sul territorio la propria cultura. Ma sono proprio i luoghi a raccontare questo immenso sforzo per ritrovare continuamente se stessi. Le immagini colte dai fotografi  dell’associazione Photo-grafando indagano il Ghetto di Venezia e altri luoghi simbolo dell’ebraismo italiano ed europeo.

Introduce la mostra, con una conversazione sulla storia del Ghetto, Riccardo Calimani, una delle voci più importanti dell’ebraismo italiano. Autori di importanti testi storici editi da Mondadori (‘Storia del Ghetto di Venezia’, ‘Storia  degli ebrei italiani’, solo per citare i più importanti) ha lavorato a lungo per la Rai, dirigendone la sede regionale di Palazzo Labia a Venezia.